Milano, 2013-2015

Prosecuzione dell’esperienza maturata nel biennio 2010-2011, RRM – Restauratori e Restauri in Museo grazie alla partecipazione di sei musei della città di Milano, ha offerto a visitatori e ai turisti. una maggiore comprensione dell’opera d’arte, ripercorrendo, davanti all’opera stessa, la sua storia conservativa attraverso i restauri più antichi fino ai giorni nostri. In considerazione della grande tradizione italiana di studi sulla storia del restauro, si ritiene che tale patrimonio di conoscenze, attentamente rielaborato ed adattato ad una moderna comunicazione, possa rappresentare uno strumento per generare una nuova attrazione verso le opere d’arte conservate nei musei. Attraverso specifiche installazioni multimediali, strumenti informatici, formazione di guide, pubblicazioni e materiali di comunicazione, il progetto ha offerto al grande pubblico, italiano e straniero, una reale e nuova conoscenza critica.

Il progetto RRM – Restauratori e Restauri in Museo intende riportare l’attenzione su quegli aspetti di un’opera d’arte solitamente poco accessibili al grande pubblico di un museo: la sua storia conservativa e gli attori principali degli interventi di restauro che l’hanno interessata nel tempo. La conservazione dei beni culturali è una delle responsabilità primarie alla quale il museo dedica risorse economiche, umane e tecnologiche e di cui il visitatore non è sempre consapevole. 

La conoscenza della storia conservativa delle opere, delle loro caratteristiche materiche e tecniche, dei degradi, delle diverse attribuzioni e degli eventuali cambiamenti di soggetto (spesso scoperti a seguito di restauri), permetterà una percezione più corretta delle opere, attraverso il loro percorso nella storia.

La viva partecipazione e la positiva reazione riscontrata nel pubblico in quella circostanza ha fatto maturare due considerazioni: da un lato l’esistenza di un grande interesse da parte dei visitatori, italiani e stranieri, nei confronti di un nuovo approccio alle opere d’arte e il conseguente bisogno di soddisfare questo desiderio attraverso approfondimenti specifici; dall’altro l’esigenza di condurre indagini e ricerche sulla vicenda conservativa delle opere per illustrare in modo esaustivo la natura dei restauri che le hanno interessate.

Ente Promotore: Associazione Giovanni Secco Suardo 

Enti Partecipanti
Civiche Raccolte d’Arte del Castello Sforzesco di Milano
GAM Galleria d’Arte Moderna di Milano
Museo del Novecento di Milano
Museo Diocesano di Milano
Pinacoteca di Brera
Museo Poldi Pezzoli

Con il contributo di:
Fondazione Cariplo (Milano)
Regione Lombardia, Assessorato Culture, Identità e Autonomie, Provincia di Milano