Innovazione e tradizione per la conservazione programmata delle coperture di edifici storici
Lurano, 2010-2011

Il progetto si è focalizzato sull’importanza, già dichiarata in numerose sedi nazionali ed internazionali, di una costante attività di manutenzione ordinaria su edifici storici, siano essi pubblici e privati, e di come tale attività assicuri il prolungarsi, nel tempo, di uno stato di conservazione ottimale del bene, senza dover invece ricorrere a onerosi e invasivi interventi di restauro. 

Punto di innovazione del progetto è stato lo studio, la realizzazione e la diffusione di una metodologia “testata” e “sostenibile” per la manutenzione ordinaria delle coperture, la parte dell’edificio che, per definizione, si identifica tra le prime e più importanti, in un ideale ordine gerarchico di importanza.

Il caso studio è stato il Castello di Lurano, dove si è applicata tale attività “virtuosa”, attraverso la realizzazione di un Piano di Manutenzione e l’applicazione delle pratiche fondamentali di manutenzione ordinaria.

Nell’ambito del progetto è stata realizzata anche la pubblicazione Per la tutela dell’edilizia storica. Guida alla manutenzione delle coperture, autori Paolo Maria Farina, Roberta Tongini Folli, Stefano Barbò, Arianna Rigamonti.

Enti partecipanti
Associazione Giovanni Secco Suardo
Politecnico di Milano, Dipartimento di Architettura e Pianificazione

Con il contributo di:
Fondazione Cariplo